Storie & Viaggi

Il decluttering, come nell’armadio così nella vita

21 Gennaio 2020

Decluttering, letteralmente fare pulizia,  ordine come nei nostri armadi così nella vita.

Non è secondo Voi uno dei termini più inflazionati dell’ultimo periodo?

Non solo i nostri armadi, ma anche le nostre vite, strabordano di cose inutili, ed a un certo punto sentiamo la necessità di fare pulizia.

  Spesso, fateci caso, certe pratiche coincidono con l’inizio dell’anno, e quindi a gennaio oltre alla palestra, all’alimentazione sana, inseriamo tra i nostri buoni propositi, questo.

Stessa cosa a settembre, al rientro dalla vacanze, quando la normalità ci va davvero stretta e abbiamo bisogno di decluttering, ovvero di fare ordine.

Spesso l’ordine che cerchiamo all’esterno, nella nostra casa, nel nostro armadio, altro non è che la ricerca di un ordine mentale, per placare gli scombussolamenti dell’anima.

Tieni solo ciò che ti rende felice– è il mantra di Marie Kondo, e del suo metodo KonMari, che consiste nell’arte di fare chiarezza dall’armadio, alla scrivania alla dimensione interiore.

Decluttering nell’armadio

Vediamo come basteranno piccoli passi per avere un armadio ordinato e pulito.

  • Svuotare l’armadio e pulire in profondità, magari utilizzando prodotti naturali come acqua e aceto che non lascino cattivi odori.
  • Suddividere gli indumenti in tre macro categorie, quelli che non indossiamo da secoli (vedrete che alcuni avranno ancora il cartellino!); quelli rovinati e quelli che vuoi per aumento vuoi per diminuzione non ci stanno più.

Se proprio volessimo fare le cose per bene, dovremmo riuscire a creare un armadio capsula, pochi pezzi di qualità da indossare con gli abbinamenti, anche di colore giusto! Sai cosa è Progetto33, leggilo qui.

  • Infine, ripiegare tutto ciò che si è deciso di tenere accuratamente e riporre nell’armadio.

Dite la verità, al solo pensiero, state già meglio!!

E la stessa cosa bisognerebbe applicarla a noi stessi.

Ai sentimenti ed i pensieri negativi per esempio.

Per dire, nel mio caso, l’insicurezza  è una di quelle cose, che come un capo che non mi entra più, dovrei lasciar andare…

Alle persone, che non ci hanno fatto bene.

E voi di cose vi liberereste volentieri?

 

 

6 commenti per Il decluttering, come nell’armadio così nella vita

  1. Guarda, io sarò in controtendenza, ma a me tutta sta frenesia di buttare tutto mi pare proprio una stupidaggine: così non solo vai ad inquinare di più con tutti i tuoi “scarti”, ma ricominci pure a comprare più di prima che “tanto ora ho spazio”, compresi capi che magari hai già comprato e buttato!
    Nello show di marie Kondo mica si vede che fine fanno le persone che so, uno o due anni dopo il decluttering: e secondo me stanno di nuovo punto e a capo.
    Insomma, fare ordine e cercare di non venire sommersi dalla roba è un principio giustissimo, ma se non cambi alla radice comportamenti ed abitudini non serve a niente secondo me…
    Io svuoto regolarmente, ripulisco e riordino l’armadio, ma quello che butto sono solo capi rovinati o che so con certezza che non metterei più: ho un sacco di roba e sono felice così, mi piace poter scegliere, mica sono un monaco francescano! ^^
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.com

  2. Uhhh non sai quanti capi sia con cartellino sia che non mi stanno più (perché ingrasso, mai che dimagrissi) ho nell’armadio! Diciamo che sono bravina ad utilizzare questa tecnica con le persone ma con le cose che posseggo non ci riesco proprio. Dici che devo mettermi più d’impegno? Facciamo così, a primavera ne riparliamo. Per ora mi tengo tutto. ;P

    Ps. Torna a scrivere di più!

    Bacioni bellezza!
    Luna
    https://www.fashionsnobber.com

    • Grazie Luna, sai che io continuo a seguire davvero solo le blogger vere, quelle che non hanno abbandonato il blog, e non hanno scambiato didascalia di facebook per veri e propri blog. Tipo te insomma.
      Bacio
      Luana

  3. Per me è stato un caso dedicarmi al decluttering dell’armadio in questi giorni… Ho avuto un po’ di ferie e le ho messe a frutto!
    Non ho eliminato molte cose, ma alcune sì, ho fatto una busta di abiti da dare alla Caritas. A voler essere radicali, avrei potuto togliere molte cose in più… Ma ci vado cauta! 🙂

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.