Senza categoria

Vorrei tanto l’armadio della Ferragni, nonostante la laurea

17 Gennaio 2017

Chiara Ferragni e il suo armadio.

Chiara Ferragni e la sua casa a Los Angeles.

Chiara Ferragni e le “limonate”.

Chiara Ferragni e le rosicone.

Eh si, perché personalmente non la conosco, potrebbe essere molto simpatica o antipatica come il caffè rovesciato sui fornelli appena puliti (si sta cosa qua, a me stressa parecchio!), ma il punto non è questo.

Il suo accento nello spot dello shampoo potrebbe anche non piacermi,  potrebbe…ma il punto è…che ve ne fotte a voi?

Qualche giorno fa, Rovazzi, si chiama così, quello che andava a comandare con il trattore in tangenziale  e poi è finito a Natale a casa della Ferragni (e beato lui!!!) pubblicava l’ennesima foto della scarpiera della fashion blogger, e la foto faceva il giro delle riviste, scatenando sul web i commenti più esilaranti.

Del tipo:”meglio una libreria enorme, che una scarpiera così”?! E daje a dare addosso alla Ferragni e al malsano quanto fuorviante mondo delle fashion blogger!

Ora io due lauree, ce le ho, mi piace leggere assai, ho un idea seppur vaga su come funziona il mondo, sul tasso di disoccupazione in Italia, sull’iva da pagare tutti i mesi, ma…..una scarpiera così non c’è l’ho.

E la cosa pazzesca sapete qual è?

La vorrei tanto!

Le donne, sempre le donne.

Quindi abbiamo dato per scontato che alla Ferragni non piaccia leggere, che sia un incolta e pure stupida.

Quindi in pieno ancien regime, la donna bella, che fa della passione per la moda, che comunque è una forma di arte, il suo lavoro è una che non sa una cippa di cultura.

Pero’ in compenso parla non so quante lingue (Chiara se ci sei batti un colpo!), ha visto più posti lei che io in tutta la vita, e mi sembra che Goethe parlasse molto bene del viaggio in termini di cultura, e dal nulla ha creato una professione, ha capito quale era la direzione, cosa si poteva fare con i social, cioè  creare un impero!

Ora non sono l’avvocato della Ferragni e potremmo discutere sui suoi gusti in fatto di uomini, ma quello che mi stupisce è che il pregiudizio sulla donna bella persista ed insista soprattutto tra le donne!

Quelle donne che vanno in giro come Trolls, che portano i bimbi a scuola in pigiama, che i capelli bianchi non si colorano, i baffi si lasciano la, lo smalto, proprio no, osannando il loro status di colte, o forse incolte?!

In questi anni da blogger, ho commentato e seguito tanti blog, di donne belle, ben vestite e pure colte..pensate un po’!

Non  chiedo loro e non chiedetemelo, di parlare della fame nel mondo, dei sindacati o della Tav, perché non mi interessa in questo contesto puramente ludico!

Questo non vuol dire che non sia capace di informarmi e di parlarne…molto più delle “tope da biblioteca”!

Allo stesso tempo conosco la storia di enti, di gruppi che si lamentano per le scarse adesioni, ma non sanno un cavolo di social, curano pochissimo la loro visibilità, rischiando la chiusura…  però la cultura…  e se pure la cultura dovesse passare per i like o per i followers?

bacio

LaLu

 

57 commenti per Vorrei tanto l’armadio della Ferragni, nonostante la laurea

  1. È davvero molto carino il tuo articolo che espone pensieri che credo siano stati nella testa di tutti. La Ferragni e il suo percorso fanno sognare. Il web può davvero fare tutto questo e dare tana popolarità? L’unico merito che io mi sento di riconoscere a questa blogger è quello di essersi messa in gioco in un momento in cui il fenomeno non era ancora diffuso e accettato nel nostro paese, è andata avanti a dispetto di critiche e prese in giro, io la commento da anni e ti assicuro che in molte le davano della sfigata ed elargivano parole poche carine nei suoi confronti e lei non ha mai cancellato i commenti negativi. Io stessa ho pensato che non avrei mai potuto mettermi in mostra come lei. Ora invece lo faccio ma in un momento in cui non è più scandaloso.. Se il successo è arrivato dal mio punto di vista è per la determinazione ed il coraggio e questo va riconosciuto al di là delle lauree e della cultura personale .
    Bellissimo articolo Lalu
    Un abbraccio

    • grazie mille soprattutto per come hai argomentato! era quello che volevo dire…non tanto che una laurea faccia la cultura di una persona, ma che essere belle e amanti della moda, ce può sembrare frivola, non significa necessariamente essere la negazione di altro!!

  2. una delle polemiche più antiche del mondo….io credo che il punto sia che ognuno è libero di far ciò che vuole (senza ledere il prossimo), che il mondo è bello perchè è vario e chi più ne ha più ne metta…fermatemi potrei andare avanti a forza di proverbi…il punto è che la questione del caffè pure a me sta tanto antipatica e allora sai che ho fatto? Mi son comprata la macchina per il caffè espresso! 😉
    un bacio

  3. Ciao Lalu,
    sono d’accordo con te. Tutto questo accanirsi contro di lei, non mi è mai piaciuto. Inoltre adesso non la si può più considerare blogger (non scrive più lei i post e questo te lo garantisco perché spesso a riunioni di lavoro con grandi brand di makeup sono seduta con la responsabile di questa categoria del suo blog). Diciamo che la vedo più come una “socialitè” e una vera (e dico VERA) influencer. Le volte che l’ho incontrata, mi è sembrata molto gentile e disponibile (idem il suo team che vedo spesso) e per quanto riguarda la “cultura” non mi sembra che sia così sprovveduta, anzi l’ultima volta (durante la presentazione delle sue scarpe) mi è sembrata molto più preparata del solito.
    Poi… lo so, è solo la mia opinione e sicuramente non è in linea con ciò che pensano tutti gli altri.
    Un abbraccio Lalu
    ps: come ti capisco con caffè rovesciato 😉

  4. Guarda a me sembra che la questione non la si dovrebbe proprio porre: sta cosa che uno (uomo o donna che sia) debba esser inquadrato in determiante categorie e modelli la trovo incomprensibile!
    Adesso di Chiara non ne so molto ( anche perchè la seguivo fino a qualche anno fa, poi ha cambiato stile, non mi è più piaciuta e quindi ora la seguo di tanto in tanto) ma se sia acculturata o meno credo siano solo affari suoi no? Magari è laureata pure lei ma ragioni di marketing la propongono come un’oca giuliva.
    Senza contare che poi sui social uno mette in mostra quello che vuole, e questo nella maggior parte dei casi rappresenta solo una piccola parte della propria vita.
    Io ho due lauree, ho fatto danza classica per 10 anni, sono stata campionessa regionale di kung fu per 3, ho lavorato negli uffici stile di diverse maison importanti, amo la lettura, la fotografia ed il disegno (e solo per dirne alcune) e sono tutte cose che tra loro non si “amalgamano” no?
    Ma chissenefrega! queste (e molte altre) cose fanno parte di me e se agli altri non vanno bene perchè gli risulto troppo complicata peggio per loro!
    secondo me il rischio peggiore è proprio quello di adattarsi a questo genere di preconcetti he tendono solo ad appiattire e rendere facilmente fuorviabili le persone,
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

  5. Alcune persone con cui ho parlato che hanno conosciuto la Ferragni fin dagli inizi dicono che è una donna determinata, con le idee chiare, cortese, gentile, ha avuto l’intuizione e forse anche la fortuna di scegliere i collaboratori giusti per far crescere la sua società. E’ un’imprenditrice italiana che ha avuto successo nel mondo, Non credo sia stato sempre tutto semplice. A partire dal fatto, come scrivi, che bionda e bella=stupida. Neppure io ci credo. Adoro avere la parete del soggiorno tapezzata di libri fino al soffitto, ma non disdegnerei una parete uguale di accessori :))) Mio marito, però, non approverebbe…

    xoxo
    http://www.bellezzefelici.blogspot.com

  6. Quoto ogni tua parola perché non avrei saputo esprimermi meglio sull’argomento. Io tutto questo accanimento nei confronti della Ferragni non me lo so spiegare proprio. Anzi visto che ci capiamo, cerca l’intervista che le ha fatto Pif. Tutto fuorché stupida e montata. Bel post Lalu. Mille baci, Vale

  7. eh si purtroppo la criticano sempre, io non la seguo molto, ma alla fine credo abbia sempre seguito le sue passioni e sono certa non sono solo quelle frivole che vediamo 🙂
    un bacio

  8. Ma credo che alla fin fine la Ferragni non la conosca bene nessuno dei suoi milioni di followers, nè chi la osanna nè chi la critica, pertanto come ci si può permettere di sparare sentenze? Se abbia cultura o meno sarà un suo problema e non potrei essere più d’accordo cone te, una può spendere centinaia di migliaia di euro in frivolezze ma allo stesso tempo poter discutere di argomenti più seri senza difficoltà e ad ogni modo, anche se la Ferragni fosse senza cultura. è comunque riuscita a costruire un impero, è un’imprenditrice ed è rientrata nella famosa di lista di Forbes. quindi ha fatto più di chi sta lì a giudicarla!!

    Shopping Girls

  9. Io non posso dire se lei mi è antipatica ( a pelle un pochino si ) però in effetti non la conosco personalmente quindi non posso pronunciarmi , devo dire che lei è stata bravissima a fare della sua passione un business e per questo la ammiro molto! Poi vabbè che sia colta o meno poco importa!
    http://www.glitterchampagne.com

  10. Grande Lalu, bell’articolo!
    Sono totalmente d’accordo: bellezza e moda non sono necessariamente la negazione della cultura.
    Anch’io ho due lauree e un dottorato di ricerca, ed ho da sempre approfondito i miei studi sull’economia, la comunicazione e il marketing specifici del Fashion System, mio settore d’interesse e mia grande passione.
    Detto ciò, la Ferragni è una “con le palle”!
    Kisses, Paola.
    Expressyourself

  11. Hai detto tutto Lalu, mi trovo perfettamente d’accordo con te. Non conoscendo personalmente la Ferragni non posso esprimere giudizi in merito alla sua preparazione culturale, ma se devo dirtela tutta non ne esprimerei neanche se la conoscessi. E perché farlo? Non credo abbia mai mirato a nessun premio Nobel la nostra Chiara, ha scelto un lavoro dove conta l’immagine ed è arrivata al top. Ha tutta la mia ammirazione e stima perché è una che ha creduto nel nel suo progetto e ce l’ha fatta, …..e poi perché è bella, questa è la verità.
    Baci
    Cinzia

  12. Sempre tutti a sparlare su di lei, intanto si ha creato quello che ha! Poi tutti a puntare il dito contro, ma io conosco una ragazza che faceva con lei Bocconi e mi diceva, che tutti la prendevano in giro quando ogni giorno faceva le foto dei suoi outfit, invece sono tutte quelle che si stano mangiando le mani, che alcune di loro avevano anche aperto il blog, e dopo qualche mese chiuso, lei invece ha insistito ed è li oggi dov’è! Penso che tutte le rosicne vorrebbero le sue scarpe e anche le borse, perciò prima che parlano meglio che riflettono! Come sia lei questo non lo so, ma quelle che l’hanno conosciute hanno sempre detto che è molto disponibile e anche simpatica.
    Un bacione

  13. Considerazioni più che valide. Purtroppo il tutto nasce da una massa di appassionate di moda che effettivamente non sanno usare neanche un congiuntivo e in Italia, ma forse in tutto il mondo che sostanzialmente è paese, si fa sempre di tutta un’erba un fascio. Grazie a Dio le eccezioni ci sono e sta a noi singoli individui scovarle e capire che non tutto ciò che riguarda argomenti frivoli è sinonimo di ignoranza. Ora, a me la Ferragni non piace. Nel senso, non la vedrei come mia personale influencer in grado di convincermi ad acquistare neanche un asino che vola perché a mio parare non ha uno stile suo ma va via come il vento. Ossia al miglior offerente. Da quando sta con Fedez mi sembra rincretinita e una 18ennne con battute da idiota e scherzi di dubbio gusto come regalare un test di gravidanza finto alla madre. Sei un personaggio pubblico, lo sei diventata per tuo volere e questo ti dovrebbe far usare il cervello per migliorare il mondo non far passare normale scherzare su argomenti dove ci sono famiglie che lottano per avere un figlio e altre che li perdono. E tu ci ridi sopra? Un personaggio pubblico a quei livelli influenza le future generazioni e ha, volente o nolente, un enorme peso da portare. Se non sei in grado per quanto tu sia stata enormemente brava come imprenditrice di te stessa, lascia la tua vita privata fuori perché ultimamente sta solo peggiorando l’immagine che dai. La stessa che rifiuta interviste di determinati programmi perché “non sono adatti alla mia immagine”. Detto questo il suo armadio lo vorrei, la sua casa la vorrei, i suoi viaggi li farei esattamente come quelli di altre 10.000 persone. Non è l’unica a vivere così e ad avere tutte quelle cose, lo sanno vero?
    Bacione e buona domenica! :*
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

    • Tra le righe volevo dire quello che hai scritto tu…infatti….ora c’è tutto questo clamore contro le fashion blogger in particolare, come se tutti fossimo delle ignorantone, ed il successo appare proporzionale alla mancanza di cultura!! Era un modo per difendere una causa, quelle delle blogger che sanno scrivere e lo fanno con cognizione di causa. Detto ciò..anche a me un po’ tutto il carrozzone fedez più Ferragni sta sulle balle!!!!

  14. Concordo assolutamente con te! Io, ad esempio, vorrei sia la scarpiera della Ferragni che una libreria di pari misure! Quindi come devo considerarmi? Una topa (una topa?! Oh my God!) da biblioteca oppure una smidollata senza cuore? Bah…che continuino pure a parlare quelle (sì, quelle…perché tanto sono quasi tutte donne) che mettono certi tipi di commenti. Sai cosa penso? Che sia solo invidia. Pura e semplice. Ma perché non ammetterlo? Forse è più facile sbeffeggiare gli altri che prendersi la briga di capire cosa realmente vuoi tu nella vita? Io dico Viva Chiara Ferragni e tutte quelle che, come lei, si sono prese le loro responsaibilità ed hanno avuto il coraggio di affrontare la vita, guadagnandosi il pane (e lo champagne!) facendo ciò che più le piace.
    A presto!
    Alessandra | L’angolino di Ale

  15. Personalmente una delle poche sue foto che conosco è quella in cui ha appuntato una spilla Chanel su un cappello: molto carina. Non mi piace come parla e non mi piace il suo stile, ma le riconosco il merito di aver avuto un’intuizione e di essersi “venduta” bene (e non ci sono sottintesi). Amata e odiata, non a caso, visto che, come ho letto su FB ieri “l’Italia è una repubblica fobdata sul LIvore”.
    Bel post 😉

  16. un articolo davvero azzeccato!!
    personalmente io la Ferragni la trovo una ragazza molto intelligente perchè ha saputo fare quello che tutte noi blogger vorremmo, e cioè creare un impero così e fare del suo hobby il suo lavoro.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.